Visite mediche e Rpas, niente incubi

Attese di ore presso gli Istituti di Medicina Legale, richieste di perfezione psicofisica da astronauti, timore di essere respinti e non poter essere autorizzati a lavorare. Queste le paure di molti operatori già attivi, e di coloro che desiderano mettersi in regola con quanto stabilito da Enac ma hanno qualche deficit nello stato di forma fisica.

“La preoccupazione tuttavia è ingiustificata nella maggioranza dei casi”, sostiene il dottor C.L. (lo chiamiamo così per sua volontà), medico specializzato in medicina aeronautica, che consiglia chi ha dubbi di non possedere i requisiti minimi di rivolgersi a un AME (Esaminatori Aeromedici), autorizzati proprio da Enac per rilasciare il certificato di idoneità di seconda classe. “La norme non sono così restrittive” continua C.L. “anche alcune tipologie di diversamente abili oggi pilotano aeroplani e hanno conseguito licenze aeronautiche, dunque ogni caso va valutato con attenzione e senza creare barriere insormontabili”.

Nel dubbio, ecco a chi è possibile telefonare per informazioni dettagliate: http://www.enac.gov.it/repository/ContentManagement/node/N1398516442/LISTA_7AME_PER_REGIONE_131004.pdf

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...