Guerra aerea tra droni

Israele si sente minacciato dagli attacchi militari effettuati con l’utilizzo di droni. Per questo motivo sta organizzando una rete di difesa, anch’essa basata completamente su apparecchi unmanned, e non affidata a postazioni antimissile, giudicate troppo costose. Questo il sunto del messaggio diffuso tre giorni fa a Tel Aviv dal generale di brigata Gen Shachar Shohat, capo del Comando Difesa. In due occasioni, ha detto Shohat, un Uas ha penetrato dal Libano lo spazio aereo israeliano, nel 2012 e nel 2013, apparentemente per missioni di spionaggio, ed entrambi sono stati abbattuti dai caccia con la stella di David.

Ciò che preoccupa Israele è l’apparante facilità con la quale dal territorio libanese è possibile individuare e pilotare mediante segnali radio di intensità ridotta un mezzo equipaggiato con una significativa carica di esplosivo scegliendo bersagli sensibili. Il Mossad ha segnalato che alcuni gruppi di Hezbollah libanesi hanno già ricevuto droni e Uas di provenienza iraniana ma, e questo preoccupa, anche di costruzione europea.

La rete radar a microonde di Israele costituisce oggi una barriera in grado di localizzare e identificare anche piccolissimi mezzi volanti quando questi si avvicinano al confine.

Droni con ottiche ad alta definizione stanno invece controllando il fronte della Striscia di Gaza, dove normalmente Hamas utilizza razzi, ma dove i Servizi segnalano lo spostamento di agenti proveninenti dal Libano per organizzare nuove postazioni di controllo per Uav. La situazione è divenuta incandescente il 12 marzo scorso, quando 50 razzi sono stati lanciati da Gaza verso Istraele con traiettorie potenzialmente letali, ma sono tutti stati abbattuti prima di raggiungere gli obiettivi dal “sistema di difesa di ferro”, come è chiamata la rete realizzata sempre mediante droni. Gli stessi che hanno localizzato 29 bersagli a Gaza, tutti sono stati neutralizzati.

Un pensiero su “Guerra aerea tra droni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...