Controllo del traffico aereo “Unmanned”, la posizione della NASA

Foto courtesy by NASA

Foto courtesy by NASA

Come evolverà l’organizzazione del traffico aereo per permettere l’utilizzo continuativo di Rpas per scopi civili a bassa quota, e come renderlo sicuro anche in ambiente urbanizzato? In un report di “Nasa Facts”, che grazie alla disponibilità dell’Agenzia americana possiamo pubblicare in versione originale, le risposte e una previsione di quanto avverrà nei prossimi anni, con la creazione di un sistema UTM (Unmanned Traffic Management) diviso in quattro categorie secondo le prestazioni dei droni utilizzati. Un impianto organizzativo che gli Usa vogliono entro il 2019, e che porterà i costruttori a dover equipaggiare i mezzi con sistemi “minimi” decisi a priori. Come sugli aeromobili.

Il documento è scaricabile qui: UAS_Tfc_Mgmnt_NASA

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...